Condividi

Book City Milano

Dal 13 al 17 novembre 2019 si terrà l’ottava edizione di BOOKCITY MILANO, la grande festa partecipata dei libri, degli autori, dei lettori e dell’editoria, dislocata in diversi spazi della città metropolitana, che fin dalla prima edizione ha registrato una straordinaria partecipazione di pubblico. È promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Milano e dall’Associazione BOOKCITY MILANO.

BOOKCITY MILANO coinvolge l’intera filiera del libro: editori grandi e piccoli, librai, bibliotecari, autori, traduttori, grafici, illustratori, blogger, studenti, professori, lettori occasionali o forti, di ogni età, così come chi alla lettura è stato sinora estraneo.
BOOKCITY MILANO conferma il suo carattere di manifestazione aperta, diffusa, inclusiva, presente in tutto il territorio urbano e metropolitano, largamente partecipata. Saranno presenti più di 3000 autori in più di 1500 eventi gratuiti, saranno coinvolte più di 1400 classi di scuole, 400 volontari e 250 sedi.

 

Per i soci del Fatto Quotidiano Social Club, BookCity Milano mette a disposizione alcuni posti riservati ai seguenti incontri gratuiti:

13 novembre
– Evento di apertura > “Convivenze”, con Fernando Aramburu, Paolo Giordano, Michela Marzano e Simone Savogin. Conduce Marino Sinibaldi ore 20.30, Teatro Dal Verme –>10 posti

15 novembre
– “I robot ci ruberanno il lavoro?”, con Byron Reese, Emil Abirascid, Daniele Chieffi e Enrico Pagliarini, ore 17.00, Borsa Italiana – Sala Blu 60 –>8 posti
– “Donne che cambiano il mondo. Piccole e grandi rivoluzioni di genere.” Con Barbara Antonelli, Isabella Ferretti e Matilde Facheris. A cura di ActionAid International Italia in collaborazione con Casa delle Donne di Milano, ore 18.00, Casa delle Donne –>5 posti
– “Cucchi e Anselmo: il racconto in presa diretta di un caso che è già storia d’Italia”, con Ilaria Cucchi e Fabio Anselmo, ore 20.00, Fondazione Giangiacomo Feltrinelli – Sala Polifunzionale -> 10 posti
– “Contro le mafie. Storie di madri e di figli che hanno deciso di ribellarsi alla ‘ndrangheta”, con Serena Uccello, ore 21.00, Biblioteca sociale Espinasse -> 5 posti

16 novembre
– “Il ritorno di Fabio Volo” Con Fabio Volo e Mario Calabresi, ore 11.30, Teatro Elfo Puccini –> 20 posti
– “Il mondo rinnovabile. Come l’energia pulita sta cambiando economia, lavoro e società” con Valeria Termini, Marzio Galeotti e Francesco Cancellato, ore 12.30, Borsa Italiana – Sala Gialla –>5 posti
–”Raccontare la mafia e il potere”, con Attilio Bolzoni e Piero Melati, ore 14.30, Archivio di Stato di Milano – Sala Conferenze ->10 posti
–”Che cosa sono i femminicidi? Un viaggio nel male, tra cronaca nera ed esperienze sul campo”, con Alessandro Meluzzi e Fabio Federici, ore 15.30, ARCI Bellezza – Palestra -> 8 posti
– “Di cosa parliamo quando parliamo di guerra”, con Domenico Quirico e Pier Luigi Vercesi, ore 16.00, Casa Emergency ->12 posti
–”La madre di tutte le stragi: il giudice del processo racconta Piazza Fontana”, Con Guido Salvini, Andrea Sceresini e Gianni Barbacetto, ore 16.00,  Fondazione Giangiacomo Feltrinelli – Sala Polifunzionale ->10 posti

17 novembre
– “La Repubblica delle stragi” Con Salvatore Borsellino e Gabriele Pugliese, ore 18.00, Polo Culturale Il Mulino di Vione – Basiglio –> 10 posti
– “Presente e futuro della mafia calabrese” Con Nicola Gratteri, ore 18.00, Archivio di Stato di Milano – Sala Conferenze –> 5 posti

– Evento di chiusura > “Goethe/Schubert/Beethoven. Parole e Musica”
Con LaFil Filarmonica di Milano diretta da Marco Seco. Letture di Anna Nogara. Interventi di Marco Seco, ore 21.00, Triennale Milano -> 10 posti

 


Per prenotare il tuo posto riservato, invia una mail entro martedì 12 novembre a ilfattosocialclub@ilfattoquotidiano.it indicando Nome, Cognome, N. di telefono, Codice Abbonamento.
Attendi la conferma e recati direttamente sul posto dell’evento, dove sarai nella lista dei posti riservati Fatto Quotidiano (Fatto Social Club).
Attenzione!
I posti prenotati e non occupati a 15 minuti dall’inizio dell’incontro saranno liberati e messi a disposizione del pubblico in attesa.