Raccontare l’economia con i numeri

Dove si trovano e come si interpretano i dati su crescita, lavoro e conti pubblici
WEB

Data: sabato 24 giugno, 2017
Ore: 3 ore e mezza
Orario: 10.00-13.30
Relatore: Chiara Brusini
Sede: Redazione de ilfattoquotidiano.it - Milano
N° minimo partecipanti: 9
Prezzo: 90,00
Partner: -30% Socio di Fatto: -50%
Sold Out

WEB

Raccontare l’economia con i numeri 
Dove si trovano e come si interpretano i dati su crescita, lavoro e conti pubblici

Obiettivi: fornire gli strumenti per comprendere che cosa misurano davvero i dati di cui si discute (dal pil alla povertà) e per riuscire a distinguere la realtà che descrivono dalle interpretazioni di parte. Il presupposto è che i dati sono neutri, ma il modo in cui vengono comunicati non lo è. Nel dibattito pubblico sull’andamento dell’economia, vengono usati come prove della bontà o dell’inefficacia delle politiche governative: basta sceglierli attentamente per dimostrare una tesi o il suo opposto.

Livello e requisiti: non sono richiesti requisiti e competenze specifici

A chi è rivolto: lettori e addetti ai lavori interessati ai meccanismi della comunicazione su questi temi e al fact checking sui dati

Programma:

  • Le fonti dei principali dati economici, dall’Istat all’Inps
  • Pil, disoccupazione, inflazione, povertà: tra convenzioni e aggiustamenti, ecco che cosa misurano davvero
  • Le cifre non mentono? Dipende da quali scegli (e quali decidi di non vedere)
  • Dall’Argentina al Venezuela, passando per Brasile e Grecia: chi trucca i numeri alla fine paga caro
  • Case studies:
    La crescita del pil: per chi governa il bicchiere è sempre mezzo pieno
    L’uso dei voucher: fu vero boom?

I dati sono neutri. Il modo in cui vengono comunicati e “usati” non lo è. Nel dibattito pubblico sull’andamento dell’economia, i numeri vengono branditi come prove della bontà o dell’inefficacia delle politiche governative: basta sceglierli attentamente per dimostrare una tesi o il suo opposto. Lo fa la politica, lo fanno i media. Obiettivo del corso è fornire gli strumenti per comprendere che cosa misurano davvero i dati di cui si discute (dal pil alla povertà) e per riuscire a distinguere la realtà che descrivono dalle interpretazioni di parte.


Attestato di partecipazione

Nota: le prenotazioni sono valide entro le 12.00 del giovedì precedente al corso.